Metti un giorno nel traffico…

Navigare nel traffico palermitano è una delle esperienze più impegnative che conosco. Una di quelle che fanno crescere…già che fanno crescere ogni genere di sentimento rabbioso, anche nella persona più mite, nell’individuo più innocuo. Diventa quasi un momento catartico se affrontato con la docuta considerazione, perchè puoi liberarti di ogni frustrazione scaricandole sugli automobilisti che incappano sul tuo cammino e che ignorano, come te, gli appellativi che riceveranno lungo il tragitto. O meglio fingono di ignorare, perchè in realtà sanno bene che qui, a Palermo, nessuno passa indenne al vaglio del pubblico scorrimento anzi, mi correggo, del pubblico stagnamento.  
Qualche giorno fà, mentre commemoravo quanto appena detto, da un finestrino in lontananza sento un amabile e sensibile automobilista che amorevolmente gridava al suo vicino d’autovettura che gentilmente gli aveva tagliato la strada: “Pezzi i cuinnutu!!!”. L’altro rispondeva ancora più amorevolmente: “T’avissiru a siccari i jargi biaccu!!”.
Fu in quell’attimo che rimasi ancora una volta e sempre più affascinata dalla creatività lessicale che il mio popolo dimostra di possedere da secoli. Solo qui infatti ogni termine assume magiche e variopinte sfumature. E sempre in quell’attimo realizzai gli innumerevoli utilizzi che il termine Cuinnutu assume e le locuzioni cui prende parte. Eccovene una esemplificazione:

  • Coinnutu: individuo a cui sono spuntate due escrescenze ossee di forma conica sulla parte frontale del cranio causate da rescissione del contratto amoroso di una delle parti all’insaputa dell’altro. Questo epiteto viene generalmente rivolto a: datori di lavoro scassam…, arbitri ciechi, medici incompetenti, vigili urbani che prendono percentuali sulle multe fatte, automobilisti scaltri e a chiunque ti faccia un torto.
  • Va rumpiti i coinna: preambolo contenente insinuazioni sulla fedeltà del compagno altrui e successivo invito a lesionarsi da solo la prova di tale tradimento.
  • Coinna rure: persona di abilità talmente straordinarie che, nonostante sia stato invitato innumerevoli volte a lesionarsi tali escrescenze, queste gli sono rimaste intatte. 
  • Coinnutu e vastuniatu: non solo il tuo compagno/la tua compagna di vita si sta sollazzando con qualcun altro/a alla facciazza tua, ma una volta scoperti, lui/lei ti prende pure a legnate perché sei stato/a troppo assillante. 
  • Travagghiare comu un coinnutu: lavorare tanto come bestie da soma.
  • Si chiù coinnutu ri na cascia ri babbaluci, u toru in confronto a tia è tignusu: similitudini sicule verso animali dotati di corna affinché sia chiaro all’interlocutore la sua situazione amorosa, nel caso gli sia sfuggito il senso.
  • Coinnutu tu e tutta a to razza: La modificazione genetica dovuta ad un relazione amorosa flessibile unilaterale (dal lato sbagliato) si tramanda per generazioni. se tuo padre o tua madre è stato/a coinnutu/a, ci sono statisticamente maggiori possibilità che anche i figli posseggano nel proprio DNA il famoso cromosoma cornuto “Y”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...